Glossario

Il potere sta nelle informazioni. Tieni sotto controllo la tua vita attraverso la comprensione dei termini necessari per trattare correttamente il tuo corpo.

A - B

  • Letto regolabile

    Consente ai pazienti di posizionare la schiena ad angolo rispetto alle gambe.

  • Anatomia

    Studio della struttura di un organismo, dei suoi sistemi e delle interazioni funzionali tra di essi.

  • Articolazione della caviglia

    Termine comune che in genere fa riferimento all'articolazione superiore della caviglia. Tre ossa si congiungono per formare la porzione superiore dell'articolazione della caviglia. L'osso esterno e quello interno della caviglia (rispettivamente le estremità inferiori della fibula e della tibia) formano quello che è noto con il nome di mortasa della caviglia, una struttura a forma di forchetta su cui poggia l'astragalo.

  • Osso del braccio

    Termine medico: omero.

  • Artrite

    Esistono diversi tipi di artrite, tra cui l'osteoartrite, l'artrite reumatoide e la gotta. La parole "artrite" significa "infiammazione dell'articolazione". L'infiammazione è una delle reazioni naturali del corpo a malattie o lesioni e include gonfiore, dolore e rigidità.

  • Artroscopia

    Processo durante il quale viene usato un artroscopio per esaminare e simultaneamente praticare l'attività chirurgica all'interno di un'articolazione.

  • Cavità articolare

    Le ossa che formano un'articolazione sono rivestite da uno strato di cartilagine invisibile ai raggi X. Quello che appare è invece uno spazio vuoto tra le ossa che in genere si restringe come conseguenza dell'osteoartrite.

  • Frattura ossea

    In medicina il termine frattura indica un osso rotto, in genere causato da forze esterne, come una caduta sull'avambraccio.

  • Lesione ossea

    Questo termine comprende qualsiasi lesione che interessa la struttura di un osso, come quella che può verificarsi in un incidente o come risultato di altri forti impatti.


C - D

  • Calcagno

    L'osso del tallone agisce come punto posteriore di attacco per la pianta del piede.

  • Sindrome del tunnel carpale

    Abbreviazione: STC. Lesione al nervo mediano del tunnel carpale del polso.

  • Cartilagine

    Tessuto altamente elastico contenente acqua che agisce come strato scorrevole a coprire le superfici delle articolazioni.

  • Lesione cartilaginea

    Il logoramento e la lesione della cartilagine di un'articolazione possono produrre un caso di osteoartrite.

  • Colonna cervicale

    Colonna cervicale è il nome dato alle sette vertebre situate tra la testa e la colonna toracica.

  • Sindrome cervico-brachiale

    La sindrome cervico-brachiale, chiamata anche sindrome cervicale, è un termine generale per i disturbi dolorosi nell'area del collo in cui il dolore può irradiarsi alle spalle e alle braccia. Questi disturbi possono avere diverse cause.

  • Tomografia assiale computerizzata

    Abbreviazione: TAC. Mentre questa procedura a raggi X assistita da computer è uno strumento diagnostico adatto per lo scheletro e i tessuti molli, non è altrettanto efficace dell'IRM (Imaging a risonanza magnetica) per raffigurare i tessuti molli.

  • Legamento crociato

    Viene fatta una distinzione tra i legamenti crociati anteriore e posteriore, che stabilizzano entrambi il ginocchio impedendo al piatto tibiale di scorrere in avanti o all'indietro.

  • STC

    Sindrome del tunnel carpale. Lesione al nervo mediano del tunnel carpale del polso.

  • Disco intervertebrale

    Il disco intervertebrale è una struttura a forma di anello costituita da fibrocartilagine con un nucleo gelatinoso al centro. I dischi forniscono un collegamento elastico tra le vertebre, consentendo il movimento tra singole vertebre e agendo sia come articolazioni sia come ammortizzatori della colonna. L'azione di camminare eretti pone un'enorme quantità di pressione sui dischi intervertebrali degli esseri umani.

  • Osteotomia di spostamento

    Intervento chirurgico eseguito sulle ossa per correggere alterazioni nell'asse di un'articolazione.

  • Frattura del radio distale (frattura di Colles)

    Rottura distale del radio nel polso, in genere dovuta a una caduta.

  • Segno del cassetto, anteriore e posteriore

    La gamba inferiore può risultare spostata in avanti se il legamento crociato anteriore è strappato (termine noto con il nome di segno del cassetto anteriore) o spostata all'indietro se è strappato il legamento crociato posteriore (segno del cassetto posteriore)


E - F

  • Terapia funzionale iniziale

    Questo termine descrive una forma moderna di riabilitazione in seguito alla lesione, che può essere svolta con o senza intervento chirurgico. Lo scopo della terapia funzionale consiste nel mobilizzare un'articolazione o un arto lesionato in una fase iniziale della riabilitazione per evitare complicazioni come il deterioramento muscolare, la rigidità articolare, la trombosi e così via. Nella terapia funzionale vengono usati supporti.

  • Edema

    Edema è il termine medico per il gonfiore. Si tratta di una risposta generale del corpo a una lesione o un'infiammazione. L'edema può essere circoscritto a una piccola area o può interessare tutto il corpo.

  • Epicondilo laterale

    L'epicondilo laterale dell'omero è una piccola parte tubercolare in rilievo, curva leggermente in avanti, che fornisce l'attacco al legamento collaterale radiale dell'articolazione del gomito. Vedi Gomito del tennista.

  • Epicondilo mediale

    L'epicondilo mediale dell'omero, più grande e prominente dell'epicondilo laterale e orientato leggermente all'indietro, fornisce l'attacco al legamento collaterale ulnare dell'articolazione del gomito. Vedi Gomito del golfista.

  • Fibula

    La fibula e la tibia (stinco) formano insieme l'osso della gamba inferiore. L'estremità inferiore della fibula costituisce la caviglia esterna.

  • Frattura

    In medicina il termine frattura indica un osso rotto.


G - H

  • Gomito del golfista o epicondilite mediale o gomito del lanciatore

    Chiamata anche gomito del lanciatore o epicondilite mediale, questa patologia è meno comune del gomito del tennista. Il gomito del golfista interessa l'epicondilo ulnare (mediale), che è precisamente il lato opposto del gomito affetto dal gomito del tennista. Vedi anche Epicondilite mediale.

  • Tallone

    L'osso del tallone agisce come punto posteriore di attacco per la pianta del piede.

  • Ematoma

    Un ematoma si produce quando il tessuto è lesionato (a causa di un incidente o di un intervento chirurgico), provocando il flusso di sangue nel tessuto molle circostante o nella cavità articolare. Per impedire che l'ematoma si diffonda, le misure di primo soccorso devono includere il raffreddamento, l'applicazione di un delicata pressione e l'elevazione dell'area colpita.

  • Ernia del disco

    Un'ernia del disco si verifica quando il materiale interno del disco sporge fuori dal disco. Questo problema può generare irritazione o pressione sul disco. La maggior parte delle ernie del disco ha pochi sintomi o nessuno.

  • Omero

    Omero è il termine medico per l'osso del braccio.


I - J

  • Disco intervertebrale

    Il disco intervertebrale è una struttura a forma di anello costituita da fibrocartilagine con un nucleo gelatinoso al centro. I dischi forniscono un collegamento elastico tra le vertebre, consentendo il movimento tra singole vertebre e agendo sia come articolazioni sia come ammortizzatori della colonna. L'azione di camminare eretti pone un'enorme quantità di pressione sui dischi intervertebrali degli esseri umani.

  • Articolazioni intervertebrali

    Ogni arco vertebrale possiede quattro processi articolari che formano le articolazioni vertebrali collegandosi ai processi articolari superiori e inferiori.

  • Supporto o tutore per articolazioni

    Preferibilmente costituito da un materiale elastico in grado di modellarsi a qualsiasi parte del corpo e di esercitare una delicata pressione. Favorendo l'effetto propriocettivo, i supporti per articolazioni possono essere usati per migliorare il controllo motorio di un'articolazione.


K - L

  • Menisco del ginocchio

    I menischi sono due dischi fibrocartilaginei a forma di mezzaluna situati nella cavità articolare tra le due estremità del femore e la superficie articolare della tibia. Agendo insieme agli strati di cartilagine che circondano le ossa dell'articolazione, questi dischi fungono da ammortizzatori cambiando forma e posizione in risposta alla sollecitazione esercitata sull'articolazione. Così facendo, aiutano a distribuire la pressione sull'area superficiale più grande possibile. I menischi circondano anche i condili femorali e li collegano alla superficie del piatto tibiale.

  • Rotula

    Agisce per aumentare l'azione di leva dei muscoli anteriori (quadricipiti) della coscia tra il ginocchio e lo stinco quando si raddrizza il ginocchio.

  • Legamento collaterale laterale

    Stabilizza il ginocchio sul lato esterno (laterale) dell'articolazione.

  • Epicondilo laterale

    L'epicondilo laterale dell'omero è una piccola parte tubercolare in rilievo, curva leggermente in avanti, che fornisce l'attacco al legamento collaterale radiale dell'articolazione del gomito. Vedi anche Gomito del tennista.

  • Epicondilite laterale

    Il termine gomito del tennista (epicondilite laterale) fa riferimento a un'alterazione infiammatoria o degenerativa dell'epicondilo (radiale) laterale (epicondylus radialis) prodotta dallo sforzo eccessivo dell'articolazione. La terapia conservativa costituisce la prima linea del trattamento, mentre l'intervento chirurgico è indicato solo se il dolore diventa costante. Vedi Epicondilite laterale.

  • Legamenti laterali

    Termine comune che indica il sistema dei legamenti laterali dell'articolazione della caviglia superiore. Poiché collegano la caviglia laterale (malleolo) all'osso del tallone (calcagno) e all'osso della caviglia (astragalo), i legamenti esterni hanno un ruolo chiave nello stabilizzare l'articolazione della caviglia.

  • Sistema dei legamenti

    Termine usato di frequente dai professionisti medici per indicare un intero complesso di legamenti come i legamenti laterali, termine comune per fare riferimento a ciò che è effettivamente un sistema di tre singoli legamenti situati nella caviglia esterna e che agiscono come singola unità.

  • Lombaggine

    Dolore alla parte inferiore della schiena.

  • Lombare

    Porzione del canale vertebrale situata nella parte inferiore della schiena.

  • Sciatica lombare

    Irritazione dolorosa dei nervi spinali e sciatici e tensione nei muscoli della schiena, che si irradia spesso all'esterno fino alle natiche e alle cosce.

  • Zona lombare

    La zona lombare è costituita da cinque vertebre lombari e consente al torso di piegarsi, allungarsi, spostarsi da un lato all'altro e di ruotare (leggermente) attorno all'asse del corpo. Svariati problemi ricorrenti possono essere prodotti da un numero qualsiasi di alterazioni degenerative della zona lombare. Queste alterazioni includono l'osteoartrite delle articolazioni vertebrali o le lesioni ai dischi intervertebrali.


M - N

  • Imaging a risonanza magnetica

    Abbreviazione: IRM. L'imaging a risonanza magnetica è particolarmente adatto per diagnosticare lesioni e alterazioni dei tessuti molli (ad esempio, una lesione al legamento crociato del ginocchio) e dei dischi intervertebrali e, diversamente dalla TAC, non espone il paziente a radiazioni.

  • Legamento collaterale mediale

    Stabilizza il ginocchio sul lato interno (mediale) dell'articolazione.

  • Epicondilo mediale

    L'epicondilo mediale dell'omero, più grande e prominente dell'epicondilo laterale e orientato leggermente all'indietro, fornisce l'attacco al legamento collaterale ulnare dell'articolazione del gomito. Vedi Gomito del golfista.

  • Epicondilite mediale

    Chiamata anche gomito del lanciatore, questa patologia è molto meno comune del gomito del tennista. Interessa l'epicondilo ulnare (mediale), che è precisamente il lato opposto del gomito affetto dal gomito del tennista. Vedi Gomito del golfista.

  • Nervo mediano

    Il nervo mediano (nervus medianus) corre lungo il tunnel carpale nel polso, innervando il pollice e l'indice, il medio e l'anulare.

  • Lesione del menisco

    Il menisco è un disco elastico a forma di C che funge da cuscinetto per il ginocchio. Ogni ginocchio ha due menischi (plurale di menisco), uno sul bordo esterno del ginocchio e uno su quello interno. I menischi mantengono stabile il ginocchio bilanciando il peso su tutta l'area. Un menisco lesionato può impedire al ginocchio di funzionare correttamente.

  • Chirurgia minimamente invasiva

    Tecnica chirurgica che produce la minor lesione possibile ai tessuti interessati. Le procedure minimamente invasive vengono eseguite tramite piccole incisioni attraverso le quali viene inserito un endoscopio o un artroscopio, usato per eseguire l'attività chirurgica.

  • IRM

    Abbreviazione di imaging a risonanza magnetica

  • Frattura dell'osso navicolare

    Lo scafoide (osso navicolare o osso scafoideo) è l'osso carpale situato nel lato radiale del polso. Di frequente prodotte quando una persona cade con il proprio peso sul polso, le fratture dello scafoide vengono in genere immobilizzate per 12 settimane con una fasciatura gessata.

  • Nervus medianus

    Il nervo mediano (nervus medianus) corre lungo il tunnel carpale nel polso, innervando il pollice e l'indice, il medio e l'anulare.


O - P

  • Ortopedia correttiva strumentale o tutore

    Dispositivi stabilizzanti esterni con componenti rigidi o semirigidi e, in alcuni casi, con gradi regolabili di movimento, ad esempio quelli di ortopedia correttiva strumentale del ginocchio.

  • Osteoartrite

    L'osteoartrite è causata da una lesione all'articolazione, che può essere prodotta da diverse patologie, tra cui infezioni, postura scorretta e altre cattive posizioni (ginocchio valgo o gambe arcuate) o da una sollecitazione non corretta o eccessiva sull'articolazione. Se lo strato di cartilagine si appiattisce, ad esempio, i raggi X mostreranno anche l'appiattimento della cavità articolare.

  • Disturbo del tracking rotuleo

    Il disturbo del tracking rotuleo si verifica quando la rotula (patella) esce dalla propria posizione ogni volta che si piega o si raddrizza la gamba. Nella maggior parte dei casi, la rotula si allontana troppo verso l'esterno della gamba, anche se in alcune persone si sposta verso l'interno.

  • Sindrome femoro-rotulare

    Dolore attorno alla rotula di cui può essere responsabile un'ampia gamma di patologie.

  • Fisioterapia o terapia fisica

    Termine generale per indicare tutti i trattamenti riabilitativi, come terapia attiva/passiva, drenaggio linfatico, massaggi, balneoterapia e tutte le forme di terapia del movimento.

  • Gomito del lanciatore

    Chiamata anche gomito del golfista o epicondilite mediale, questa patologia è molto meno comune del gomito del tennista. Interessa l'epicondilo ulnare (mediale), che è precisamente il lato opposto del gomito affetto dal gomito del tennista. Vedi Epicondilite mediale.

  • Fascite plantare

    La fascite plantare è la causa più comune di dolore al tallone. La fascia plantare è la striscia piatta di tessuto (legamento) che collega l'osso del tallone alle dita dei piedi. Questa fascia sostiene l'arco del piede. Se sforzi la fascia plantare, questa si indebolisce, si gonfia e si irrita (infiammazione). Quindi il tallone o il fondo del piede duole quando stai in piedi o cammini.

  • Propriocezione

    Stimolazione dei recettori nervosi tramite allungamento o applicazione di pressione. Lo scopo della propriocezione è stimolare una risposta dinamica della muscolatura, simile a un'azione riflessa, che agisca per stabilizzare e migliorare il controllo motorio di una giuntura. I dispositivi di stabilizzazione esterni, come bendaggi, supporti per articolazioni o di ortopedia correttiva strumentale, hanno un effetto propriocettivo.


Q - R

  • Testa radiale

    L'estremità prossimale del radio, la testa radiale, è fissata all'ulna da un legamento anulare che consente all'avambraccio di ruotare verso l'esterno e verso l'interno.

  • Radio

    Il radio e l'ulna formano insieme l'osso dell'avambraccio.

  • Riabilitazione

    Tutte le misure intraprese per ripristinare la salute di un paziente e per integrare l'individuo nella vita normale (professionale), ovvero ai fini dell'integrazione medica, occupazionale e sociale.


S - T

  • Articolazione sacroiliaca

    Questa articolazione forma le giunzioni tra la colonna e ogni lato del bacino. L'articolazione sacroiliaca regge il peso e la sollecitazione del torso e questo la rende soggetta a lesioni.

  • Frattura dello scafoide

    Lo scafoide (osso navicolare o osso scafoideo) è l'osso carpale situato nel lato radiale del polso. Di frequente prodotte quando una persona cade con il proprio peso sul polso, le fratture dello scafoide vengono in genere immobilizzate per 12 settimane con una fasciatura gessata.

  • Stinco (tibia)

    Lo stinco (tibia) e la fibula formano insieme l'osso della gamba inferiore. L'estremità inferiore dello stinco costituisce la caviglia interna.

  • Terapia con onde d'urto

    La terapia con onde d'urto è stata usata per la prima volta per disintegrare i calcoli, quindi è stata adattata per l'uso in applicazioni ortopediche. La procedura implica l'emissione di brevi impulsi di onde sonore ad alta energia che migliorano il flusso sanguigno e stimolano il metabolismo come mezzo per alleviare il dolore.

  • Sinovia

    Prodotto dalla membrana interna della capsula articolare (sinoviale), il liquido sinoviale (sinovia) nutre la cartilagine e agisce come lubrificante per ridurre la frizione all'interno dell'articolazione.

  • Midollo spinale

    Il midollo spinale è il componente del sistema nervoso centrale che corre lungo il canale vertebrale dal cervello fino alla parte superiore dell'area lombare e che svolge l'importante funzione di trasmettere i segnali tra il cervello e il corpo.

  • Liquido sinoviale

    Prodotto dalla membrana interna della capsula articolare (sinoviale), il liquido sinoviale (sinovia) nutre la cartilagine e agisce come lubrificante per ridurre la frizione all'interno dell'articolazione.

  • Spondiloartrite

    Osteoartrite delle articolazioni intervertebrali della colonna vertebrale.

  • Membrana sinoviale

    Strato interno della capsula articolare responsabile della produzione e del riassorbimento del liquido sinoviale.

  • Distorsione

    Il termine distorsione descrive una lesione di stiramento a un'articolazione e più spesso si verifica nella caviglia e nelle articolazioni delle dita. Una distorsione produce spesso lo strappo parziale o completo dei legamenti. La terapia conservativa funzionale è generalmente sufficiente ed efficace.

  • Sinoviale

    Strato interno della capsula articolare responsabile della produzione e del riassorbimento del liquido sinoviale.

  • Tendinite

    La tendinite è un'infiammazione o un'irritazione di un tendine, uno spesso tessuto che fissa l'osso al muscolo. Questo problema è prevalentemente causato da un impatto minore ripetuto sull'area interessata o da una lesione improvvisa più grave.

  • Guaina tendinea

    Una guaina tendinea è un involucro pieno di liquido che circonda un tendine. Simili alle sacche, le guaine tendinee svolgono una funzione protettiva e consentono lo scorrimento dei tendini.

  • Gomito del tennista

    Il termine gomito del tennista (epicondilite laterale) fa riferimento a un'alterazione infiammatoria o degenerativa all'epicondilo (radiale) laterale (epicondylus radialis) prodotta dallo sforzo eccessivo dell'articolazione durante attività di lavoro o sportiva. La terapia conservativa costituisce la prima linea del trattamento, mentre l'intervento chirurgico è indicato solo se il dolore diventa costante. Vedi Epicondilite laterale.

  • Tenosinovite

    Più spesso, infiammazione non batterica di un tendine e/o di una guaina tendinea.

  • Tibia

    Lo stinco (tibia) e la fibula formano insieme l'osso della gamba inferiore. La caviglia interna è formata dall'estremità inferiore della tibia.

  • Piatto tibiale

    Il piatto tibiale, ovvero l'estremità piatta della tibia accanto al torso, comprende due superfici articolari (quella mediale/interna e quella laterale/esterna) che sono a contatto con il femore. I due legamenti crociati sono fissati al centro del piatto tibiale.


U - V

  • Ulna

    L'ulna e il radio formano insieme l'osso dell'avambraccio.

  • Terapia a ultrasuoni

    Le vibrazioni soniche generano calore all'interno del corpo. Gli effetti termici e meccanici degli ultrasuoni migliorano il flusso sanguigno locale.

  • Triade infelice

    Lesione al ginocchio che produce strappi al legamento crociato anteriore, al menisco mediale e al legamento collaterale mediale.

  • Vene varicose

    Le vene varicose sono vene contorte e dilatate in prossimità della superficie della pelle. In genere si trovano nelle gambe e nelle caviglie.

  • Vertebre

    Le vertebre, ovvero le strutture ossee della colonna, sono collegate tra loro tramite i dischi intervertebrali per formare articolazioni elastiche. La parte posteriore di ogni vertebra è formata da un arco vertebrale che circonda il midollo spinale e che, insieme agli altri archi vertebrali, forma il canale vertebrale.

  • Sindrome dell'arteria vertebrale

    L'arteria vertebrale (arteria vertebralis) è un ramo dell'arteria succlavia che penetra nel cervello e corre attraverso i processi trasversi delle vertebre lungo i lati destro e sinistro della colonna cervicale. Un paziente può sentire capogiri o ronzii nelle orecchie se questo canale si restringe, ad esempio come conseguenza di osteoartrite, e comprime l'arteria vertebrale.


W - X

  • Colpo di frusta

    Chiamato anche distorsione al collo o contrattura al collo, il colpo di frusta è una lesione del collo. I sintomi appaiono in seguito a una lesione in cui vengono danneggiati i dischi, le articolazioni intervertebrali (situate tra le vertebre), i legamenti, i muscoli cervicali e le radici nervose.

  • Raggi X

    Metodo che utilizza le radiazioni come mezzo di imaging del corpo umano. Benché questa tecnica sia notevolmente adatta per l'esame delle strutture ossee del corpo, il tessuto molle è visibile in modo insufficiente o per nulla e può essere osservato al meglio tramite TAC o IRM.


FUTURO è un marchio commerciale di 3M. I prodotti 3M FUTURO™ sono dispositivi medici marcati CE. Leggere attentamente le istruzioni per l'uso.
Cambia località
Italia - Italiano