• I lavoratori ignorano le policy di archiviazione cloud dei datori di lavoro

    I lavoratori ignorano le policy di archiviazione cloud dei datori di lavoro

    I lavoratori ignorano le policy di archiviazione cloud dei datori di lavoro

    I lavoratori ignorano le policy di archiviazione cloud dei datori di lavoro

    • Una nuova ricerca ha rivelato che molte persone non hanno ben chiaro se i propri datori di lavoro abbiano definito policy di archiviazione cloud. Secondo la società fornitrice di soluzioni per la sicurezza WinMagic, più di quattro dipendenti su dieci usano servizi di archiviazione cloud come Dropbox e Google Drive almeno una volta alla settimana.

      Allo stesso tempo, la metà ammette di accedere a informazioni e servizi di lavoro sul proprio dispositivo personale con la stessa frequenza. Tuttavia, solo uno su tre usa un servizio basato sul cloud approvato dalla società per cui lavora.

      Inoltre, il 43% ammette di non conoscere le policy del datore di lavoro riguardo al loro uso, mentre il 22% afferma di ignorare del tutto se nell'azienda esistano o meno policy sull'archiviazione cloud. Darin Welfare, vicepresidente per l'Europa di WinMagic, ha dichiarato che le conclusioni evidenziano il motivo per cui la gestione della sicurezza dei dati nel cloud è così difficile per le aziende.

      "I team IT hanno dovuto cedere un livello di controllo in quanto i dipendenti hanno maggiore accesso ai servizi al di fuori del controllo aziendale e questa ricerca indica che l'IT deve adottare misure aggiuntive per proteggere e controllare i dati aziendali in questo nuovo scenario tecnologico", ha commentato. L'aspetto interessante è che una persona su dieci tra quelle che usano servizi di archiviazione cloud una volta alla settimana non ritiene che i dati siano protetti.

    • Inoltre, una persona su 20 ha rivelato di usare servizi cloud anche se il datore di lavoro ne ha esplicitamente limitato l'uso. Welfare ha quindi esortato le aziende ad adottare misure per affrontare questo problema, ad esempio assicurando che tutti i dati aziendali vengano crittografati prima che i dipendenti possano caricarli nel cloud.

      Welfare ha aggiunto che è necessario predisporre policy di sicurezza e programmi formativi rigorosi, in modo che i possibili pericoli dei servizi basati sul cloud vengano adeguatamente indirizzati ad alcuni membri del personale. "Le aziende devono stare al passo con la rivoluzione del cloud attuata dai dipendenti o rischiano una catastrofica perdita di dati", ha dichiarato.