Regolamento GDPR: aumentate la protezione dei dati con i filtri Privacy

GDPR – Il Regolamento generale sulla protezione dei dati è in vigore

Regolamento GDPR: aumentate la protezione dei dati con i filtri Privacy

GDPR – Il Regolamento generale sulla protezione dei dati è in vigore

Regolamento GDPR: aumentate la protezione dei dati con i filtri Privacy

GDPR – Il Regolamento generale sulla protezione dei dati è in vigore

  • In vigore dal 25 maggio 2018!


webLoaded = "false" Loadclientside=No

GDPR – Il Regolamento generale sulla protezione dei dati è in vigore

Filtri 3M™ Privacy – Migliorate la privacy in ufficio e quando siete in movimento

Proteggetevi dall’hacking visivo di dati sensibili

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore in Europa il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) il cui scopo è aumentare la responsabilità delle imprese in materia di privacy. Le aziende devono dimostrare di agire in modo responsabile in materia di protezione dei dati e privacy, compresa l'adozione di misure preventive. I filtri 3M™ Privacy rappresentano un’efficace misura preventiva e proteggono da sguardi laterali indiscreti verso il vostro schermo mentre lavorate.


Proteggete i dati sensibili con i filtri 3M™ Privacy

L’hacking visivo - ovvero il furto visivo di dati - è un rischio quando si visualizzano o si elaborano dati sensibili. I filtri 3M™ Privacy consentono di proteggere facilmente le informazioni digitali visualizzate sullo schermo da osservatori indesiderati. Un filtro Privacy può inoltre contribuire a garantire la conformità al Regolamento GDPR quando i dipendenti lavorano al di fuori dell’ufficio. I filtri sono progettati per consentire all'utente di lavorare senza limitazioni visive quando siede direttamente davanti al monitor. Basta un’angolazione di circa 30 gradi o superiore per oscurare completamente (color nero o oro) lo schermo di un computer o di un dispositivo mobile, garantendo allo stesso tempo una visione perfetta ed estremamente nitida all’utente.

  • Qual è il ruolo "dell’hacking visivo" in termini di privacy?

    Username e password sono credenziali molto comuni per accedere all’infrastruttura digitale di un’azienda. Essere osservati mentre si immettono questi dati può aver effetti devastanti sulla sicurezza digitale della propria impresa.

    È la stessa tattica impiegata nel social engineering, in cui i malviventi identificano le vulnerabilità digitali dei dipendenti analizzando la loro vita e le loro abitudini. Il problema non riguarda solo le password; anche spiare uno schermo per accedere a informazioni o dati finanziari è un fatto estremamente rilevante. L’accesso al calendario degli appuntamenti di un dipendente o al suo elenco dei contatti può essere estremamente utile per una persona malintenzionata.

    In un test sul campo, durante un volo, un hacker visivo ha spiato un giornalista mentre lavorava a un articolo dal contenuto riservato. L’hacker è riuscito a creare un accesso visivo alle spalle dell’utente e a raccogliere informazioni preziose.

  • dsgvo

     


  • Esperimento di hacking visivo

    Scoprite voi stessi i pericoli in questo video.

    Guarda il video

  • Studio sulla sicurezza dei dati

    Abbiamo chiesto agli esperti del settore e al pubblico.

    Leggi lo studio Pfeil

  • Acquistate un filtro per la privacy

    Che si tratti di un monitor, di uno smartphone, di un tablet o di un notebook, 3M ha il filtro giusto per il vostro dispositivo.

    Trova qui il tuo filtro Pfeil



webLoaded = "false"

Cinque consigli rapidamente applicabili per garantire la riservatezza dei dati

Bastano pochi secondi per leggere e appropriarsi di dati riservati visualizzati sullo schermo di un computer. Abbiate cura della vostra privacy, è più facile di quanto pensiate.


Scegliete la sicurezza, iscrivetevi alla nostra newsletter

Non perdete le informazioni sulle nuove soluzioni per la protezione dei dati. La nostra newsletter vi offre aggiornamenti gratuiti ogni mese.

Numero Verde: 800-802145
Centralino: 02.7035.1

Seguici
Cambia località
Italia - Italiano